Sardegna: continuità territoriale aerea, Volotea favorita con ribassi record

Nel dettaglio, Volotea si è impegnata ad assicurare il servizio nei tre aeroporti sardi per 21 milioni di euro

nuova base aerea olbia volotea

E’ Volotea la compagnia aerea favorita nella corsa per aggiudicarsi le sei rotte di continuità territoriale fra la Sardegna e il continente. I ribassi proposti dal vettore low-cost spagnolo nella gara bandita dalla Regione sono ancora più sostanziosi rispetto a quella precedente, fino al 42 per cento rispetto alla base d’asta. Nel dettaglio, Volotea si è impegnata ad assicurare il servizio nei tre aeroporti sardi per 21 milioni di euro più Iva proponendo uno sconto del 41,6 per cento rispetto alla base d’asta sui collegamenti con Fiumicino e Linate (contro il -12 per cento e -23 per cento di Ita). Ribasso del 40,6 per cento a Olbia (Ita ha proposto –15 per cento e -21 per cento) e del 23,1 per cento ad Alghero (Ita si è fermata a -3 per cento e -11 per cento). Il risparmio complessivo della Regione sulla base d’asta sarebbe di 12 milioni. Ora è corsa contro il tempo per i documenti da presentare, fra cui le licenze Enac e le garanzie sulla flotta.



Per l’aggiudicazione definitiva della gara si dovranno attendere le prossime ore e, se non ci saranno intoppi, rimarranno meno di due giorni per organizzare i collegamenti e mettere in vendita i biglietti, un tempo decisamente ristretto dal momento che domani è in programma l’ultimo volo di Alitalia e che in questi giorni molti dei voli operati dall’ormai ex compagnia di bandiera sono stati cancellati causando infiniti disagi ai viaggiatori sardi. Ita, la nuova compagnia aerea statale, ha invece ripresentato le stesse offerte della settimana scorsa e potrebbe decidere di ricorrere al Tar contro l’esclusione dalla prima gara determinata dalle garanzie insufficienti sulla flotta (la maggior parte degli aerei a disposizione del vettore sono ancora utilizzati da Alitalia).

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS