Sardegna: veleni di Quirra, assolti in Tribunale i comandanti del Poligono Interforze

Lo ha deciso il giudice del Tribunale di Lanusei, Nicole Serra, dopo 4 ore di Camera di consiglio

Quirra -

Assoluzione per gli ufficiali delle Forze armate italiane che si sono avvicendati alla guida del Poligono di Quirra dal 2002 al 2012 perché non c’è idonea prova che abbiano commesso il fatto contestato. Lo ha deciso il giudice del Tribunale di Lanusei, Nicole Serra, dopo 4 ore di Camera di consiglio. Fabio Molteni, Alessio Cecchetti, Roberto Quattrociocchi, Valter Mauloni, Carlo Landi e Paolo Ricci, comandanti del Poligono interforze del Salto di Quirra, e degli ufficiali Gianfranco Fois e Francesco Fulvio Regazzon, a capo del distaccamento a mare di Capo San Lorenzo, erano accusati di omissione dolosa aggravata di cautele contro infortuni e disastri per non aver interdetto le aree dove si svolgevano brillamenti e lanci di missili e dotato il personale delle necessarie protezioni.



Il verdetto è arrivato a cinque anni dall’inizio del procedimento e a dieci anni dall’apertura dell’inchiesta, dopo 67 udienze, di cui 38 con attività istruttoria. Ad aprire l’inchiesta per capire cosa succedeva nel Poligono di Quirra era stato il pm Domenico Fiordalisi. Davanti ai giudici in questi anni sono state raccontate le storie di tanti cittadini che hanno subito malattie e lutti e ascoltati numerosi esperti. Soddisfatti per la sentenza i legali dell’Avvocatura dello stato e degli imputati che hanno parlato di sentenza ha posto fine a tutta una serie di racconti che non hanno mai trovato riscontro in ciò che è emerso dagli elementi portati dall’accusa.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS