Scontri al comizio del partito Vox in Spagna, quattro arresti e una ventina di feriti

Il partito di estrema destra ha scelto il quartiere Vallecas di Madrid per iniziare la campagna elettorale

madrid-spagna

Il comizio elettorale di ieri sera del partito di estrema destra spagnolo Vox nel quartiere Vallecas di Madrid, tradizionale fortino della sinistra, è stato caratterizzato da urla, lanci di pietre e scontri tra i contro manifestanti e le Forze dell’ordine. La Polizia spagnola ha arrestato quattro persone, tra cui tre minorenni, e secondo quanto riporta la stampa iberica, gli operatori sanitari hanno curato un totale di 14 manifestanti e 20 agenti per varie ferite, in particolare lividi e contusioni.



Vox ha scelto un luogo d’impatto per iniziare la sua campagna elettorale per le regionali di Madrid del 4 maggio prossimo, piazza della Costituzione, e a attendere il leader nazionale, Santiago Abascal e la candidata alla presidenza della regione, Rocio Monasterio, si erano riuniti circa 500 militanti di estrema sinistra, isolati a pochi metri dai sostenitori di Vox da un cordone di sicurezza. Poco dopo l’inizio dell’intervento di Abascal che ha concentrato il suo discorso contro il governo “socialcomunista” e l’insicurezza che si respira a Madrid, alcuni contro manifestanti hanno iniziato a lanciare bottiglie e pietre, una delle quali ha ferito alla testa un simpatizzante di Vox. L’evento, caratterizzato da forti tensioni tra militanti di Vox e di estrema sinistra, si è concluso dopo circa un’ora.

Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram