Scudetto Inter, assessore: “Se vogliono organizzare una festa si assumano responsabilità”

È questo il messaggio mandato della vicesindaco e assessore alla Sicurezza Anna Scavuzzo

inter

Se la società Inter o le tifoserie organizzate vogliono organizzare festeggiamenti per sabato prossimo, lo facciano sapere all’amministrazione comunale e si assumano la responsabilità di far sì che le celebrazioni avvengano nel rispetto delle misure anti-Covid. È questo il messaggio mandato della vicesindaco e assessore alla Sicurezza Anna Scavuzzo a margine di una conferenza stampa al Comando di Polizia Locale.

“Abbiamo già fatto sapere che laddove Curva Nord, altre tifoserie o la squadra volessero organizzare dei festeggiamenti veri e propri, ora che l’assegnazione dello scudetto è definitiva, credo sia importante che ci sia un’assunzione di responsabilità, perché a quel punto non è più in mano semplicemente al singolo che decide di festeggiare, ma c’è una responsabilità precisa. Su questo c’è da parte nostra una disponibilità a comprendere che tipo di attività si voglia mettere in campo”, ha detto Scavuzzo.

A chi le ha chiesto se l’amministrazione abbia timori per quello che potrebbe accadere sabato prima o dopo Inter-Sampdoria, la vicesindaco ha risposto di seguire “le chat delle tifoserie e mi sembra che stiano cercando di ritrovarsi a San Siro prima o dopo la partita. A chi ci ha tacciato di esser sulla luna dico che in realtà stiamo seguendo quello che sta accadendo ed è per questo che in anticipo dico sia alle tifoserie sia alla squadra che se ci sono dei gruppi organizzati non è possibile che agiscano senza alcun criterio e senza rispetto delle prescrizioni, perché abbiamo già visto manifestazioni sportive che purtroppo poi hanno portato a una serie di focolai e credo che lo scudetto dell’Inter non meriti di portare delle conseguenze così nefaste per la popolazione e per i tifosi. Lo dico anche nell’interesse dei tifosi stessi”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram