Secondo fonti stampa, ci sarebbero milizie iraniane dietro l’attentato al premier iracheno Kadhimi

I principali sospettati sarebbero unità e personalità vicine a Asaib Ahl al Haq e Kataib Hezbollah

Mustafa al Kadhimi - Iraq

Il sospetto dell’attentato al primo ministro dell’Iraq, Mustafa al Kadhimi, è ricaduto sulle milizie filo iraniane. A renderlo noto è l’emittente panaraba di proprietà saudita “Al Arabiya”, citando fonti anonime interne alle forze di sicurezza irachene.



Da quanto emerso, i principali sospettati sarebbero unità e personalità vicine a Asaib Ahl al Haq e Kataib Hezbollah, entrambe milizie sciite legate a Teheran.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram