Sei persone finiscono in ospedale a Hong Kong dopo il vaccino cinese Sinovac

I ricoverati hanno sviluppato sintomi come vertigini, mal di testa, palpitazioni e fastidio al torace

sinovac

Otto persone sono finite in ospedale ieri, 8 marzo, a Hong Kong dopo aver ricevuto una dose del vaccino anti-Covid. Secondo la stampa locale, sei degli otto avevano ricevuto il vaccino cinese prodotto da Sinovac, mentre i restanti due avevano ricevuto dosi del Pfizer-BioNTech. Secondo quanto riferito, gli otto hanno ricevuto i vaccini il 7 marzo e hanno sviluppato sintomi che includevano vertigini, mal di testa, palpitazioni, fastidio al torace e un’eruzione cutanea. Alla fine, cinque casi non hanno richiesto il ricovero ospedaliero, due sono stati dimessi e uno è stato ricoverato in osservazione. Le autorità sanitarie hanno anche spiegato che finora 103.800 persone hanno ricevuto la prima dose di un vaccino contro il coronavirus. Ciò include 101.700 persone vaccinate con il Sinovac e 2.100 che hanno ricevuto il Pfizer-BioNTech.



La regione amministrativa speciale cinese è alle prese con un calo delle prenotazioni a seguito delle notizie dei giorni scorsi su reazioni avverse o addirittura decessi dopo l’inoculazione di un vaccino. Finora, tre persone sono morte dopo aver ricevuto il vaccino cinese Sinovac. I decessi hanno riguardato una donna di 55 anni che ha avuto un ictus pochi giorni dopo la somministrazione e un uomo di 63 anni deceduto due giorni dopo. Il gruppo di esperti incaricato di esaminare la questione ha escluso collegamenti diretti col vaccino Sinovac. Gli esperti hanno aggiunto che stanno ancora indagando sul caso del terzo decesso, un uomo di 71 anni morto ieri mattina.

In questo contesto il governo di Hong Kong ha inserito nuove categorie nell’elenco delle priorità di vaccinazione contro il coronavirus. Il segretario del Servizio civile Patrick Nip, che sovrintende al programma di vaccinazione volontaria e gratuita della città, ha detto che 1,3 milioni di persone potranno beneficiare dell’estensione del servizio che consentirà ad altri sette gruppi prioritari di prenotare appuntamenti online da oggi, 9 marzo. Sono inclusi: personale di ristoranti, supermercati, mercati, minimarket, servizi di consegna di cibo, autisti, lavoratori nel settore dell’edilizia, scuole e operatori del settore dei viaggi, coloro che lavorano nelle palestre e nell’ambito dell’estetica. “Una dozzina di altri centri di vaccinazione comunitari inizieranno a somministrare il vaccino Pfizer-BioNtech dal prossimo martedì”, ha annunciato Nip, spiegando che il governo sta cercando di aumentare il numero di somministrazioni giornaliere.



Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram