Sette feriti nella manifestazione contro le misure anti Covid a Rotterdam

Feriti anche alcuni giornalisti, la polizia locale ha arrestato almeno 20 persone

rotterdam

Almeno sette persone, tra cui alcuni agenti delle forze dell’ordine e un giornalista, sono rimaste ferite durante i disordini di questa notte a Rotterdam, nei Paesi Bassi, contro le misure anti Covid. La polizia locale ha arrestato almeno 20 persone.



“Ci sono immagini chiare di molti sospetti. Continueremo le indagini”, ha detto il sindaco di Rotterdam Ahmed Aboutaleb, definendo le proteste iniziate ieri sera e durate oltre quattro ore come “un’orgia di violenza”. Durante i disordini, la polizia ha sparato colpi di avvertimento, provocando il ferimento di più persone. Le forze dell’ordine hanno riferito che diversi agenti sono rimasti feriti, così come un giornalista che avrebbe preso dei pugni in faccia. Solo all’1:30 circa, quattro ore dopo l’inizio dei disordini, la polizia ha riferito che la situazione in città era “gestibile”. Nonostante un gran numero di agenti e unità della squadra antisommossa della polizia siano arrivati ​​rapidamente sulla scena, inizialmente sono stati “sopraffatti da rivoltosi e manifestanti”, ha detto Aboutaleb durante una conferenza stampa. “I rivoltosi hanno attaccato pesantemente la polizia in diversi momenti”, ha detto il sindaco di Rotterdam.

Venerdì, intorno alle 20:00, centinaia di persone si sono radunate sul Coolsingel, la via centrale di Rotterdam, per contestare i piani del governo per introdurre una politica 2G, ovvero con due distinti meccanismi per accesso ai locali pubblici, destinati a vaccinati e non vaccinati contro il Covid. I manifestanti hanno bersagliato gli agenti con fuochi d’artificio, bidoni della spazzatura e altri oggetti sono stati dati alle fiamme. La polizia ha dispiegato un cannone ad acqua per riportare la situazione sotto controllo. I vigili del fuoco hanno richiesto la protezione della polizia durante lo spegnimento di vari incendi.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram