Siemens Energy, perdita netta di 560 milioni di euro nell’esercizio 2020-2021

Per il 2021-2022, l'amministratore delegato Christian Bruch prevede un fatturato stabile

Siemens Energy

Il gruppo per l’energia tedesco Siemens Energy ha subito nell’anno di esercizio 2020-2021 una perdita netta di 560 milioni di euro, mentre il fatturato è aumentato di circa il 4 per cento a 28,5 miliardi di euro. Come riferisce il quotidiano “Handelsblatt”, Siemens Energy è in recupero dalla perdita di 1,9 miliardi di euro dell’esercizio 2019-2020. Inoltre, con un un utile prima degli interessi, delle imposte e degli ammortamenti dei beni immateriali rettificato di poco inferiore ai 12 milioni di euro, il gruppo si è avvicinato a registrare un profitto.



Per il 2021-2022, l’amministratore delegato Christian Bruch prevede un fatturato stabile in un intervallo compreso tra -1 e +3 per cento. Il ritorno operativo rettificato sulle vendite (Ebita) prima delle partite speciali dovrebbe aumentare dal 2,3 al 3-5 percento. La crescita di Siemens Energy dovrebbe essere guidata principalmente dalle energie rinnovabili. Tuttavia, nel 2020-2021, la controllata Siemens Gamesa ha subito una perdita operativa di 93 milioni di euro, nonostante il fatturato sia salito da 9,5 a 10,2 miliardi di euro. Il deficit dell’azienda è di 627 milioni di euro, dopo il disavanzo di 918 milioni di euro dell’esercizio precedente.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram