Somalia: esercito respinge al Shabaab dopo la riconquista della città di Amara

Le forze federali e regionali hanno ripreso il controllo della città strappandola ai militanti

Al Shabaab mogadiscio

L’Esercito nazionale somalo (Sna) ha annunciato di aver respinto un attacco di al Shabaab contro una base militare all’interno della città di Amara, nella regione centrale di Mudug. Fonti della 21ma Divisione della Sna citate dal sito d’informazione “Garowe Online” hanno affermato di aver inflitto pesanti perdite ai militanti, negando così le notizie secondo cui i militanti avrebbero preso il controllo della città. Secondo le stesse fonti, le forze federali e regionali hanno ripreso il controllo della città strappandola ai militanti – che la controllavano da 10 anni – all’inizio di questo mese in un’operazione guidata dal capo delle Forze di difesa, Odowaa Yusuf Rageh. In precedenza testimoni locali citati dai media somali avevano riferito che i miliziani avevano ripreso il controllo della città dopo aver effettuato un attacco suicida contro un’unità delle forze speciali governative, note come Danab e Darawish (addestrate dagli Stati Uniti). Al Shabaab, tramite la sua emittente “Radio Andalus”, ha rivendicato l’azione e la cattura della città, aggiungendo di aver sequestrato 14 auto e 10 pick up muniti di armi. Amara è una città strategica che si trova lungo la strada che conduce alla città costiera di Harardera, altra roccaforte storica di al Shabaab. L’esercito somalo ha lanciato un’operazione di sicurezza contro al Shabab nella regione di Mudug il mese scorso. Negli ultimi due mesi le truppe dell’Sna hanno lanciato una controffensiva centrale nel tentativo di riprendere il controllo delle vaste aree rurali della Somalia centrale e meridionale ancora in mano ai jihadisti.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram