Somalia: il Consiglio di sicurezza Onu rinnova embargo sulle armi e su vendita di carbone

La risoluzione è stata votata con 13 voti favorevoli

somalia mogadiscio

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha rinnovato per un altro anno l’embargo sulle armi alla Somalia. La risoluzione, riferisce il sito d’informazione “Radio Dalsan”, è stata votata con 13 voti favorevoli e nessuno contrario, con l’astensione di Russia e Cina. Il documento rinnova anche il divieto di vendita ed esportazione di esplosivi e di carbone in Somalia, ritenuta una fonte chiave di finanziamento per il gruppo jihadista al Shabaab.



Il Consiglio ha anche imposto un nuovo divieto su alcune sostanze chimiche utilizzate dai terroristi per fabbricare ordigni esplosivi improvvisati e ha invitato il governo federale a intensificare la sua lotta contro al Shabaab. Per quanto riguarda il mandato del Gruppo di esperti sulla Somalia, rinnovato fino al 15 dicembre 2022, il Consiglio ha chiesto di includere il genere come tema trasversale nelle sue indagini e relazioni.

Il Consiglio ha inoltre chiesto al segretario generale di fornire un aggiornamento, entro il 31 luglio 2022, su eventuali ulteriori sviluppi verso la normalizzazione delle relazioni tra Eritrea e Gibuti. Nel gennaio 1992 il Consiglio di sicurezza ha introdotto un embargo a tempo indeterminato sulle armi contro la Somalia a causa del conflitto in corso e del deterioramento della situazione umanitaria. Nel febbraio 2007 il Consiglio ha limitato l’embargo agli attori non statali, consentendo forniture di armi alle forze governative somale.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram