Somalia: raid aereo Usa contro i militanti di al Shabaab a Gallacaio

Si tratta del primo attacco aereo condotto dagli Usa in Somalia da quando il presidente Joe Biden è entrato in carica

Usa

Gli Stati Uniti hanno effettuato un attacco aereo contro i militanti di al Shabaab a Gallacaio, nel nord della Somalia. Lo ha reso noto la portavoce del dipartimento della Difesa, Cindi King, precisando che il raid è stato autorizzato per proteggere i militari dell’esercito somalo che erano stati attaccati dai militanti dopo un’operazione condotta nella regione. “Non c’erano forze statunitensi che accompagnassero le forze somale durante questa operazione”, ha detto la portavoce. “Le forze statunitensi stavano conducendo una missione di consulenza e assistenza a distanza a sostegno delle forze partner somale designate. Le forze statunitensi sono autorizzate a condurre attacchi a sostegno delle forze partner designate dal comandante combattente sotto l’autodifesa collettiva”, ha precisato.

Si tratta del primo attacco aereo condotto dagli Usa in Somalia da quando il presidente Joe Biden è entrato in carica. L’ultimo raid Usa in Somalia risaliva al 19 gennaio scorso, poco prima che Biden fosse nominato presidente. A dicembre l’allora presidente Donald Trump ha ordinato il ritiro delle truppe statunitensi dalla Somalia nell’ambito di un più ampio ricollocamento delle forze militari Usa. Il mese scorso, tuttavia, il capo del Comando usa per l’Africa (Africom), Stephen Townsend, ha affermato che il dipartimento della Difesa sta considerando di inviare truppe Usa nel Paese del Corno d’Africa, ancora afflitto da una forte instabilità, andando incontro alle richieste di quanti sostengono che un improvviso ritiro abbia reso la missione più rischiosa e complessa.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS