Sorpresi a gettare rifiuti medici nel cassonetto della carta: denunciati dottore e segretaria

E' accaduto nel quartiere Trieste a Roma

rifiuti

Stavano scaricando rifiuti speciali in un cassonetto della raccolta differenziata, quando una pattuglia della Polizia Locale li ha fermati e denunciati. I due, italiani di circa 60 anni, sono stati sorpresi dagli agenti del Gpit (Gruppo Pronto Intervento Traffico) nel quartiere Trieste a Roma, mentre erano intenti a scaricare da un Fiat Fiorino alcuni toner e altro materiale per gettarlo nel contenitore riservato alla raccolta della carta, all’interno del quale gli operanti hanno trovato alcuni scatoloni pieni di dispositivi medici, medicinali scaduti e una stampante, di cui i due si erano appena liberati.



Denunciati per sversamento di rifiuti

I responsabili, dopo aver recuperato quello che avevano gettato illegalmente nel cassonetto, sono stati accompagnati presso gli uffici della sede di Circonvallazione Ostiense e denunciati per il trasporto e lo sversamento illegale di rifiuti pericolosi. Il furgone è stato posto sotto sequestro. Da ulteriori accertamenti gli agenti sono riusciti a risalire allo studio medico che si era rivolto agli svuota cantine illegali, incaricando loro di gettare irregolarmente rifiuti che dovevano essere smaltiti da una ditta adibita al trattamento di materiale sanitario.

I due, un medico di base e la sua segretaria, sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria.



Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram