Spagna, 238 immigrati irregolari scavalcano le recinzioni ed entrano a Melilla

Si tratta del terzo scavalcamento della recinzione della città autonoma spagnola in territorio nordafricano

Melilla - migranti

Tre agenti della Guardia civil sono rimasti feriti lievemente per cercare di fermare l’ingresso di 238 immigrati irregolari che, muniti di ganci, hanno superato nelle prime ore del mattino la recinzione che segna il confine tra Melilla, città autonoma spagnola in territorio nordafricano, e il Marocco. Lo riferiscono fonti del governo locale. I 238 migranti sono stati trasferiti al Centro di permanenza temporanea (Ceti), dove saranno messi in quarantena nelle strutture adibite per questo scopo. Si tratta del terzo scavalcamento della recinzione di Melilla, alta circa sei metri, negli ultimi dieci giorni, dopo quello del 12 luglio, con l’accesso di 119 migranti, del 14 luglio, che ha permesso l’arrivo irregolare di circa 20 persone. Il governo locale e le associazioni professionali dei sindacati della Guardia civil e della Polizia nazionale hanno denunciato in varie occasioni la “violenza usata” nei loro confronti di fronte ai dispositivi di sicurezza che cercano di fermare gli ingressi irregolari.

 

 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS