Spagna: la storica visita del presidente Mattarella rafforza l’asse del Mediterraneo

Nell'ultimo anno e mezzo le relazioni diplomatiche tra i due Paesi hanno registrato un'accelerazione senza precedenti riavvicinando Roma e Madrid

Mattarella - Re di Spagna Filippo VI

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato ricevuto oggi in Spagna con i massimi onori di Stato dal re, Felipe VI, nell’atrio del palazzo reale di Madrid. Si tratta di una visita storica dopo quella del 27 giugno 1996 dell’allora capo di Stato, Oscar Luigi Scalfaro. Nell’ultimo anno e mezzo le relazioni diplomatiche tra i due Paesi hanno registrato un’accelerazione senza precedenti riavvicinando Roma e Madrid, che hanno giocato un ruolo di primo piano nel successo del Next Generation Eu per dare una risposta comune europea alla sfida senza precedenti della pandemia del coronavirus. La stretta relazione tra i due Paesi è testimoniata, d’altronde, dalla numerosa presenza nazionale in terra iberica: gli italiani sono la quinta comunità straniera in Spagna e la terza tra le europee. L’Italia è il terzo partner commerciale della Spagna con 2.200 aziende presenti nelle penisola e nelle isole. Italia e Spagna rappresentano insieme il 25 per cento dell’intera popolazione europea e sono state destinatarie di circa il 40 per cento dei fondi del Piano per la ripresa.



Secondo quanto si apprende, al centro dei colloqui tra il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ed il re spagnolo, Felipe VI, ci sono alcuni temi come il rafforzamento dell’alleanza per la revisione del Patto di stabilità e crescita. In tal senso, accanto ai raggruppamenti di Paesi in ambito Ue considerati “frugali”, il gruppo Mediterraneo (MED9) può avere forte impulso nella sua azione dal coordinamento italo-spagnolo, sviluppando il concetto di beni comuni mediterranei in grado di coinvolgere i Paesi delle due sponde. Tra i temi che saranno discussi nella due giorni di visita in Spagna del presidente Mattarella c’è, inoltre, la gestione del fenomeno migratorio verso il quale i due Paesi chiedono un impegno equo da parte dell’Unione europea. A questo si aggiunge la condivisione dell’opportunità di una Difesa europea in sinergia con la Nato, la stabilizzazione nell’area del Sahel e l’iniziativa congiunta per il ripristino di condizioni di fiducia tra Israele e Palestina ai fini del riavvio dei negoziati fra le parti e la promozione di una partnership strategica con l’America Latina.

 



Spagna - Mattarella - Re Filippo VI

 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS