Spagna: per le imprese di costruzione 1,3 miliardi di costi extra per opere pubbliche

Come riferisce il quotidiano "El Economista", è quanto emerge da dati resi noti dalla Seopan

Spagna

Da oltre un anno le imprese di costruzione stanno affrontando un superamento dei costi di quasi il 20 per cento nelle opere pubbliche che stanno realizzando in Spagna a causa dell’aumento del prezzo dei materiali da costruzione. Come riferisce il quotidiano “El Economista”, è quanto emerge da dati resi noti dall’Associazione spagnola delle imprese costruttrici e concessionarie di infrastrutture (Seopan) secondo cui questa questa cifra supera i 1,3 miliardi di euro. A questo proposito, il governo sta cercando delle soluzioni per riequilibrare i contratti e mitigare il sovrapprezzo a carico delle imprese. Il paniere dei materiali da costruzione comprende acciaio, rame, alluminio e miscele bituminose aumentati in media del 54 per cento. I superamenti dei costi colpiscono le opere di tutte le amministrazioni pubbliche, anche se il solo ministero dei Trasporti, della Mobilità e dell’Agenda Urbana rappresentando circa il 44 per cento degli appalti pubblici di opere civili in Spagna. Le aziende aderenti a Seopam, tra le quali Acs, Ferrovial, Acciona, Sacyr, Fcc e Ohla chiedono all’esecutivo di Madrid una soluzione per la fattibilità dei contratti e, soprattutto, particolare attenzione nell’ambito del Piano strategico per la ripresa rappresentato dai fondi del Next Generation Eu.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS