Speranze per riavvio stabilimento ex Keller, entro due settimane la risposta degli investitori

E' il risultato del vertice fra gli assessori regionali dell'Industria Anita Pili, del Lavoro Alessandra Zedda e dell'Ambiente Gianni Lampis, il presidente del Consorzio industriale provinciale Medio Campidano Villacidro

keller

Nuove speranze per il riavvio dello stabilimento ex Keller di Villacidro: una proposta di acquisizione sarà presentata dagli investitori iraniani e le istituzioni daranno una risposta immediata. E’ il risultato del vertice fra gli assessori regionali dell’Industria Anita Pili, del Lavoro Alessandra Zedda e dell’Ambiente Gianni Lampis, il presidente del Consorzio industriale provinciale Medio Campidano Villacidro e i rappresentanti degli investitori interessati. Sul tappeto l’esame dello stato di attuazione delle procedure di acquisizione e cessione dello stabilimento. Gli assessori hanno evidenziato come, nonostante il rallentamento dei tempi determinato dalla lunga pandemia, sia intendimento preciso della Regione sarda accelerare la ripartenza produttiva dello stabilimento di Villacidro, garantendo il proprio impegno con l’attivazione di tutte quelle attivita’ tecniche e amministrative utili e rientranti nelle competenze della Regione. Le attuali prospettive legate al Pnrr, oltre agli strumenti relativi al quadro comunitario di sostegno, aprono un momento di grandi opportunità per le attività di ripartenza e di attrazione degli investimenti. A tal proposito i due esponenti dell’esecutivo regionale hanno ricordato che la Regione intende promuovere le produzioni strategiche territoriali, attraverso la valorizzazione degli attrattori produttivi in grado di attivare, anche in rete, l’occupazione stabile e lo sviluppo del territorio di riferimento.



I rappresentanti della giunta regionale hanno chiesto di stilare una preliminare road map, utile a costruire il programma di ripartenza produttiva nel sito di Villacidro, invitando Consorzio e imprenditori a evidenziare proposte, tempistica e eventuali ostacoli per la definizione delle procedure di riavvio. Gli investitori intendono presentare una proposta di acquisizione entro due settimane, mentre un riscontro positivo è giunto anche dal Consorzio Industriale, che ha garantito una risposta immediata. Il percorso condiviso si articola in tre momenti: la presentazione di una proposta di acquisizione da parte degli investitori coinvolti, secondo le modalità indicate dal Consorzio; la pubblicazione di tale proposta ai fini dell’evidenza pubblica; la fase di aggiudicazione, qualora non vi siano opposizioni o altre proposte, entro il termine di 60 giorni. Gli assessori regionali hanno quindi confermato, per quanto di loro competenza, un continuo monitoraggio e la rimozione degli ostacoli per l’attività di cessione dello stabilimento.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram