Stoltenberg: “No a speculazioni sulla nostra risposta ad attività militari russe”

Secondo il segretario generale della Nato non vi è una minaccia concreta per l'alleanza

Stoltenberg

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha esortato a “non speculare sulle possibili risposte” dell’Alleanza atlantica all’ammassamento di truppe che la Russia sta effettuando ai propri confini con l’Ucraina. Intervistato dall’emittente televisiva “Zdf”, Stoltenberg ha affermato: “Anche se siamo molto preoccupati per la situazione e vediamo che la Russia sta ammassando forze militari vicino all’Ucraina, non vi è una minaccia diretta per un alleato della Nato”. Gli Stati parte dell’Alleanza atlantica sono “uniti”, hanno “lo spirito e la capacità di proteggere e difendere” i propri alleati. Il segretario generale della Nato ha, quindi, evidenziato: “Non vi è certezza del motivo per cui la Russia sta portando forze militari al confine con l’Ucraina. Quello che sappiamo è che, per la seconda volta quest’anno,vi è un significativo numero di truppe nell’area”. Inoltre, ha proseguito Stoltenberg, “sappiamo che la Russia ha già impiegato tali forze contro l’Ucraina. Sì, non c’è chiarezza, ma possiamo vedere il contingente al confine ucraino. Ciò rende necessario essere vigili, osservare esattamente ciò che sta facendo la Russia e inviarle un messaggio chiaro, ridurre la tensione, essere trasparenti e diminuire l’escalation per evitare casi o incidenti o qualsiasi altro sviluppo pericoloso”.



In merito a una possibile risposta della Nato a un attacco russo contro l’Ucraina, Stoltenberg ha dichiarato: “Abbiamo diverse opzioni e devono decidere i 30 alleati. Abbiamo già visto che gli alleati della Nato sono pronti a imporre dure sanzioni alla Russia. La presenza militare della Nato nell’est dell’Alleanza atlantica è stata notevolmente aumentata in conseguenza delle azioni militari della Russia contro l’Ucraina”. Stoltenberg ha poi affermato che “la Nato sostiene l’Ucraina, gli alleati della Nato conducono corsi di addestramento o forniscono equipaggiamento” al Paese. Il segretario generale della Nato ha, infine, sottolineato che l’Alleanza atlantica continua a sostenere l’Ucraina e “l’ultima cosa che dovremmo fare è speculare su potenziali opzioni” di risposta a un attacco russo contro questo Stato.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram