Super green pass: le nuove misure in vigore

Bar, ristoranti e centri commerciali: dove basta il pass normale e dove è obbligatorio il rafforzato

riaperture green pass

Super green pass o green pass normale, controlli, terze dosi. Fino al 15 gennaio la gestione della pandemia viaggerà sui due binari paralleli – ma a doppia velocità – del green pass base e del super green pass (o green pass rafforzato). Un modo, quello trovato dal governo Draghi, per mettere in sicurezza il periodo delle feste in un momento in cui i contagi crescono ovunque e in cui si conferma, ancora una volta, che gli ospedali e le terapie intensive sono “frequentate” in larghissima parte da non vaccinati. Ecco le regole in vigore da oggi:



Caffè al bar e ristoranti

Senza il green pass rafforzato, in zona arancione, non sarà possibile neanche prendere il caffè al bancone. Viene sottolineato invece che la consumazione è consentita sia in zona bianca che gialla, anche senza green pass. Per chi non è né vaccinato né guarito dal Covid e dunque non ha il super pass, inoltre, in zona arancione non sarà possibile mangiare ai tavoli di bar e ristoranti non solo al chiuso ma neanche all’aperto.



Centri commerciali

Per accedere ai centri commerciali non servirà il green pass ma se la Regione o il Comune passano in zona arancione per accedervi nei giorni festivi e prefestivi si dovrà essere in possesso del certificato ‘rafforzato’. L’accesso ai negozi nei centri commerciali nei giorni feriali è sempre consentito senza il pass, anche in zona arancione, mentre nei giorni festivi e prefestivi se non si è vaccinati o guariti dal Covid si potrà andare solo in alimentari, edicole, librerie, farmacie e tabacchi ospitati all’interno dei centri.

Scuolabus e minivan

Sugli scuolabus dedicati al trasporto scolastico dei minori di 12 non servirà il green pass né in zona bianca e gialla né in caso la regione o il comune passino in arancione. Lo precisa il governo nelle Faq dedicate agli spostamenti sottolineando che il pass non è necessario neanche per i taxi, per i minivan fino a nove posti con conducente e per tutti gli spostamenti con mezzo proprio. In caso di passaggio in arancione, però, chi non ha il pass – base o rafforzato – potrà spostarsi in un altro comune o in un’altra regione, ma solo per motivi di lavoro, necessità, salute o per accedere a servizi non disponibili nel proprio comune. Per utilizzare invece i trasporti pubblici e di linea, compresi quelli del traporto pubblico locale, a partire da lunedì sarà necessario avere almeno il green pass base.

Scuola e università

Accesso a scuola garantito per gli studenti di Scuole superiori e Istituti tecnici, sia in zona bianca, sia gialla, sia arancione, anche senza Green Pass. Per gli studenti universitari, invece, niente lezioni per chi è senza Green Pass, e porte aperte invece per chi ha il Base e il Super.

Il testo del decreto prevede, inoltre, una serie di misure di contenimento della ”quarta ondata” della pandemia Sars-Cov2 in quattro ambiti: 1. obbligo vaccinale e terza dose; 2. estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie; 3. istituzione del green pass rafforzato; 4. rafforzamento dei controlli e campagne promozionali sulla vaccinazione.

Obbligo vaccinale e terza dose

Il decreto legge prevede di estendere l’obbligo vaccinale alla terza dose a decorrere dal 15 dicembre prossimo e con esclusione della possibilità di essere adibiti a mansioni diverse. 2. Obbligo nuove categorie. Inoltre il provvedimento stabilisce l’estensione dell’obbligo vaccinale a ulteriori categorie a decorrere dal 15 dicembre.

Estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie

Le nuove categorie coinvolte saranno: personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico.

Istituzione del green pass rafforzato

La durata di validità del green pass viene ridotta dagli attuali 12 a 9 mesi. L’obbligo di green pass viene esteso a ulteriori settori: alberghi; spogliatoi per l’attività sportiva; servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale; servizi di trasporto pubblico locale. A decorrere dal 6 dicembre 2021 viene introdotto il green pass rafforzato; vale solo per coloro che sono o vaccinati o guariti. Il nuovo Certificato verde serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla nei seguenti ambiti. Spettacoli, Spettatori di eventi sportivi, Ristorazione al chiuso, Feste e discoteche, Cerimonie pubbliche. In caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scattano, ma alle attività possono accedere i soli detentori del green pass rafforzato. Dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 è previsto che il green ass rafforzato per lo svolgimento delle attività, che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla, debba essere utilizzato anche in zona bianca.

Rafforzamento dei controlli e campagne promozionali sulla vaccinazione

Sarà disposto un rafforzamento dei controlli da parte delle prefetture che devono prevedere un piano provinciale per l’effettuazione di costanti controlli entro 5 giorni dall’entrata in vigore del testo e sono obbligate a redigere una relazione settimanale da inviare al Ministero dell’interno. Sarà potenziata la campagna di comunicazione in favore della vaccinazione. Il governo ha assunto e ha intenzione di assumere in via amministrativa altre decisioni.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram

TAGS