Nuovo decreto super green pass, Draghi: “Decisione unanime per salvare il Natale”

Il ministro della Salute Speranza: "Certificato verde rafforzato in vigore dal 6 dicembre al 15 gennaio"

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso di una conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri, ha chiarito che “la situazione italiana è oggi sotto controllo: siamo in una delle situazioni migliori in Europa grazie alla campagna vaccinale che è stata un successo”. “Vediamo una situazione fuori dall’Italia molto grave”, specie, ha sottolineato Draghi, “ai nostri confini e la nostra situazione è in lieve e costante peggioramento”. “Vogliamo prevenire per preservare e conservare, questo dicono i provvedimenti adottati. Vogliamo conservare quanto gli italiani si sono conquistati in questo anno, vogliamo conservare un Natale diverso dal precedente come quello prima della pandemia?” ha aggiunto. Quelle che sembravano diversità di visione prima del Cdm “sono sparite: la decisione è stata unanime”, ha dichiarato il premier, ricordando l’importanza che il governo “sia compatto nelle sue determinazioni per non dare alibi”. Sulla proroga dello stato di emergenza “non mi azzardo a dire che abbiamo deciso” qualcosa “e valuteremo la situazione man mano che arriviamo a fine anno”, ha affermato il presidente del Consiglio, sottolineando che “ci interessa prorogare l’emergenza o avere a disposizione tutta la struttura che ci ha permesso di affrontare la pandemia? Per me la risposta è la seconda. La domanda è se è possibile mantenere questa struttura senza prolungare l’emergenza. Ma non so se questo è possibile, lo vedremo”, ha concluso.



“Estendiamo l’obbligo di vaccinazione ad altre categorie a cominciare dal personale non sanitario che lavora nel comparto salute e poi alle forze dell’ordine, ai militari ed anche a tutto il personale scolastico”. Lo ha affermato il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. “L’obbligo – ha chiarito – riguarderà anche la terza dose”. “La scadenza del green pass passa da dodici a nove mesi”, ha aggiunto. Il ministro Speranza ha poi chiarito che “nel momento in cui si fa la scelta di un green pass rafforzato, nel passaggio di colore delle Regioni eviteremo restrizioni per le persone vaccinate”. Green pass rafforzato che entrerà in vigore dal 6 dicembre al prossimo 15 gennaio.

Il provvedimento per le nuove misure di contenimento del virus “ha avuto un contributo molto positivo da parte delle Regioni”. Lo ha affermato il ministro degli Affari regionali, Mariastella Gelmini, nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. ll provvedimento per le nuove misure di contenimento del virus, ha sottolineato il ministro Gelmini, “vuole sostenere l’economia e tenere aperto il Paese”.



LE MISURE CONTENUTE NEL NUOVO DECRETO

Il testo prevede una serie di misure di contenimento della ”quarta ondata” della pandemia Sars-Cov2 in quattro ambiti: 1. obbligo vaccinale e terza dose; 2. estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie; 3. istituzione del green pass rafforzato; 4. rafforzamento dei controlli e campagne promozionali sulla vaccinazione.

Obbligo vaccinale e terza dose

Il decreto legge prevede di estendere l’obbligo vaccinale alla terza dose a decorrere dal 15 dicembre prossimo e con esclusione della possibilità di essere adibiti a mansioni diverse. 2. Obbligo nuove categorie. Inoltre il provvedimento stabilisce l’estensione dell’obbligo vaccinale a ulteriori categorie a decorrere dal 15 dicembre.

Estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie

Le nuove categorie coinvolte saranno: personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico.

Istituzione del green pass rafforzato

La durata di validità del green pass viene ridotta dagli attuali 12 a 9 mesi. L’obbligo di green pass viene esteso a ulteriori settori: alberghi; spogliatoi per l’attività sportiva; servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale; servizi di trasporto pubblico locale. A decorrere dal 6 dicembre 2021 viene introdotto il green pass rafforzato; vale solo per coloro che sono o vaccinati o guariti. Il nuovo Certificato verde serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla nei seguenti ambiti. Spettacoli, Spettatori di eventi sportivi, Ristorazione al chiuso, Feste e discoteche, Cerimonie pubbliche. In caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scattano, ma alle attività possono accedere i soli detentori del green pass rafforzato. Dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 è previsto che il green ass rafforzato per lo svolgimento delle attività, che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla, debba essere utilizzato anche in zona bianca.

Rafforzamento dei controlli e campagne promozionali sulla vaccinazione

Sarà disposto un rafforzamento dei controlli da parte delle prefetture che devono prevedere un piano provinciale per l’effettuazione di costanti controlli entro 5 giorni dall’entrata in vigore del testo e sono obbligate a redigere una relazione settimanale da inviare al Ministero dell’interno. Sarà potenziata la campagna di comunicazione in favore della vaccinazione. Il governo ha assunto e ha intenzione di assumere in via amministrativa altre decisioni.

 

 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS