Svezia, Atlantic Council contro la società Msab: “Ha venduto strumenti di decriptazione a Russia e Cina”

La società quotata in Svezia Micro Systemation AB, chiamata anche Msab, sviluppa vari tipi di soluzioni forensi

siti web

La società svedese di tecnologia forense Msab è stata duramente criticata in un rapporto del think tank statunitense Atlantic Council per aver commercializzato i suoi prodotti in Paesi come Cina e Russia. Lo riferiscono i media svedesi. La società quotata in Svezia Micro Systemation AB, chiamata anche Msab, sviluppa vari tipi di soluzioni forensi. Il prodotto principale dell’azienda, chiamato XRY, viene utilizzato per estrarre e analizzare le informazioni trovate nei telefoni cellulari e nei tablet. Il programma può anche decifrare le informazioni e recuperare i file cancellati. Il software e la tecnologia sono stati venduti a Paesi di tutto il mondo. Il rapporto dell’Atlantic Council esamina come le società di sicurezza nel mondo occidentale specializzate nella tecnologia di sorveglianza digitale negli ultimi 20 anni abbiano partecipato alle fiere militari e di polizia nei Paesi definiti come “autoritari”. Il rapporto sottolinea anche il rischio che la tecnologia all’avanguardia possa essere utilizzata per minacciare la sicurezza negli Stati Uniti e nei Paesi della Nato. Nel documento dell’Atlantic Council, cinque società in particolare sono identificate come divulgatrici “irresponsabili” di conoscenze e capacità tecniche.



Uno dei cinque è la svedese Msab, criticata per aver commercializzato tecnologie sensibili in Cina e Russia. “Abbiamo scelto di segnalare queste aziende perché consideriamo queste fiere particolarmente problematiche quando si tratta di violazioni dei diritti umani – e potenzialmente per la sicurezza nazionale degli Stati occidentali”, ha affermato Lars Gjesvik, ricercatore fra gli autori del rapporto. Msab ha partecipato alla fiera militare russa Interpolitex tra 2015 e 2018. La compagnia svedese ha anche partecipato a una fiera della polizia in Cina nel 2016. Nel 2020, Msab ha registrato un fatturato di circa 45 milioni di corone svedesi (4,42 milioni di euro) per l’area commerciale definita come “Russia e Asia”. Fino all’autunno del 2020, la società aveva anche una filiale cinese e dipendenti in Cina. Interrogata sulla questione, Msab ha comunicato di sospettare che vi siano stati degli “abusi” nell’impiego dei propri prodotti in alcuni Paesi, come riferisce l’emittente “Svt”. “Questo è anche il motivo per cui non vendiamo più a Paesi come Russia, Cina, Hong Kong e Myanmar”, scrive l’azienda.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS