Svezia: il governo Andersson è già in crisi, Parlamento approva mozioni contro la legge di bilancio

154 deputati hanno votato a favore degli emendamenti, contro 143 contrari

Magdalena Andersson svezia

Il Parlamento svedese ha approvato la proposta di emendamenti al bilancio presentata dalle formazioni di opposizione Partito moderato (M), Democratici svedesi (Sd) e Cristiano democratici (Kd). 154 deputati hanno votato a favore degli emendamenti, contro 143 contrari. Questa situazione porta a una sconfitta del programma di bilancio presentato dal governo di minoranza dei socialdemocratici e dei verdi, proprio nello stesso giorno in cui il Riksdag, l’assemblea legislativa unicamerale svedese, ha dato la fiducia alla nuova premier Magdalena Andersson. La prima ministra e il suo esecutivo dovrebbero dunque applicare il bilancio elaborato dall’opposizione, in cui vengono a mancare le proposte sui fondi extra per i servizi sociali e i sussidi per l’efficientamento energetico, fra gli altri. Anche misure volte a tutelare l’ambiente verrebbero stralciate, come riferisce l’emittente “Svt”. Negli emendamenti dell’opposizione figurano invece una riduzione delle tasse per i pensionati, e per l’utilizzo dei carburanti fossili. “E’ un bene per la Svezia”, ha detto il leader dei Moderati, Ulf Kristersson portavoce di Sd ha parlato di una “pietra miliare”, perché per la prima volta i Democratici svedesi hanno partecipato a negoziati di bilancio con i Moderati e il Kd.



Andersson oggi aveva ottenuto la fiducia da parte del Partito di sinistra, sulla base di una revisione della politica sulle pensioni e altre misure. Questa linea aveva però fatto mancare alla leader socialdemocratica il sostegno del Partito di centro, che inizialmente aveva assicurato l’appoggio ad Andersson, dopo le dimissioni del predecessore Stefan Lofven. Di fronte alla prospettiva di governare con un bilancio approvato dall’opposizione, Andersson non sembra intenzionata a tirarsi indietro. Questo muterebbe però l’assetto della coalizione di governo, dal momento che i Verdi, partner di minoranza dei socialdemocratici, pensano di ritirare il proprio sostegno alla premier. Secondo i media svedesi, Andersson potrebbe pensare di dimettersi dall’incarico, portando a un nuovo voto di fiducia, imposto dal mutamento dei partiti che danno sostegno all’esecutivo.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS