aragones

Questa la previsione avanzata dal presidente della Generalitat catalana, Pere Aragones