dia

Il soggetto è stato già condannato dalla Corte di Appello di Lecce nel 2014