Tenta il suicidio gettandosi nello Stura, donna salvata dai poliziotti

Ha confidato di aver pensato ad un gesto estremo per gravi motivi di natura personale

Era inginocchiata a terra, in lacrime, sotto la pioggia. Era nel parco Stura di corso Giulio Cesare, a Torino, a un passo dalla sponda fiume, sotto il ponte Ferdinando di Savoia. La donna, la cui presenza era stata segnalata da alcuni cittadini, è stata individuata da una pattuglia della Squadra Volante dopo una perlustrazione dell’area l’ha individuata.



Gli agenti, con molta cautela, le si sono avvicinati: lei è sembrata in stato confusionale. Solo all’ultimo, quando le erano abbastanza vicini lungo lo Stura, gli agenti le hanno rivolto la parola. Poi l’hanno afferrata e tratta in salvo con un gesto fulmineo. La donna, davanti ai poliziotti accorsi ad aiutarla, è scoppiata in un pianto liberatorio. Ha confidato loro di aver pensato ad un gesto estremo per gravi motivi di natura personale che la affliggevano da mesi.

Considerato il suo fragilissimo stato psicologico e la pericolosità dei luoghi, gli agenti l’hanno fatta allontanare dalla riva del fiume e l’hanno fatta accomodare all’interno dell’auto di servizio, al riparo dalle intemperie. Poco dopo sono giunti sul posto gli operatori del 118, che l’hanno portata in ospedale.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram