Texas: compagnie aeree contro il governatore, “continueremo a chiedere il green pass”

Abbott ha varato il provvedimento l'11 ottobre, affermando che vaccinarsi "dovrebbe restare una scelta volontaria"

texas abbott

Le compagnie aeree statunitensi Southwest e American Airlines intendono ignorare l’ordine esecutivo del governatore del Texas Greg Abbott che vieta alle aziende private l’imposizione dell’obbligo vaccinale ai lavoratori. Lo scrive la stampa Usa, secondo cui le due aziende hanno confermato gli obblighi di vaccinazione imposti ai loro piloti e dipendenti. Abbott ha varato il provvedimento lunedì 11 ottobre, affermando che quella di vaccinarsi “dovrebbe rimanere una scelta volontaria, e mai una imposizione”. Southwest è stata protagonista di gravi disagi al traffico aereo verificatisi lo scorso fine settimana, con la cancellazione di quasi 2 mila voli domestici che la compagnia aerea ha imputato a problemi di maltempo e ad una carenza di personale federale adibito al controllo del traffico. Secondo media di orientamento conservatore, lo stop dei voli è stato invece provocato dallo sciopero di piloti e dipendenti dell’azienda, contrari all’obbligo vaccinale decretato dall’azienda e anticipato dal presidente Usa Joe Biden.



La compagnia aerea Southwest Airlines è tornata a scusarsi dopo il disastroso fine settimana appena trascorso, che ha visto la cancellazione da parte della compagnia aerea di oltre 1.800 voli. L’azienda si era giustificata citando condizioni meteorologiche avverse e carenze nel personale preposto al controllo aereo in Florida; la Federal Aviation Administration (Faa), autorità federale dell’aviazione civile statunitense, aveva però replicato tramite una nota sul proprio profilo Twitter, affermando che “nessuna carenza di personale nel traffico aereo è stata rilevata da venerdì”. Sia Southwest che la Faa hanno negato che la cancellazione di massa dei voli sia legata alla protesta dei piloti di Southwest e degli addetti al controllo del traffico aereo per l’obbligo vaccinale imposto dall’azienda e dal governo federale Usa. Tale smentita è stata messa però in discussione da alcuni media statunitensi: “Fox News”, ad esempio, ha rilanciato dichiarazioni di dipendenti anonimi della compagnia che affermano il contrario. Southwest ha decretato l’obbligo di vaccinazione contro la Covid-19 per i suoi dipendenti a partire dal 4 dicembre prossimo, e contrariamente ad altre compagnie aeree non ha previsto alcuna forma di esenzione.

Il governatore dello Stato Usa del Texas ha emesso una ordinanza che vieta in quell’intero Stato Usa la somministrazione di vaccini contro la Covid-19 a quanti obiettino sulla base di ragioni mediche, motivazioni di coscienza o fede religiosa. “Nessuna entità del Texas può forzare la somministrazione di un vaccino contro la Covid-19 a un qualsiasi individuo – inclusi dipendenti o consumatori – obietti alla vaccinazione per ragioni di coscienza personale, sulla base del credo religioso o per ragioni mediche, inclusa l’avvenuta guarigione dalla Covid-19”, recita l’ordinanza emessa da Abbot. Il provvedimento fissa una sanzione pecuniaria per chiunque violi il divieto. L’ordinanza è stata vara preventivamente da Abbott in vista della possibile entrata in vigore di un obbligo federale di vaccinazione per i dipendenti delle aziende con più di 100 dipendenti.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram