Ungheria: la commissaria Ue Jourova smentisce la mancata approvazione del Pnrr

"Non ci sono informazioni per le quali abbiamo fermato il processo" ha detto

La commissaria europea ai Valori e alla Trasparenza, Vera Jourova, ha negato che il Piano di ripresa e resilienza (Pnrr) dell’Ungheria non sia stato approvato dalla Commissione Ue. Lo ha fatto parlando all’Europarlamento oggi. “Ho verificato con i colleghi responsabili per la valutazione e adozione dei piani. Non ci sono informazioni per le quali abbiamo fermato il processo. E’ ancora in corso”, ha detto. “Ovviamente stiamo osservando i sistemi di controllo degli Stati membri e la decisione sull’approvazione dei piani individuali sarà presa dal Consiglio a maggioranza qualificata, non è una decisione della Commissione”, ha detto Jourova, secondo il portale romeno “G4Media”.



La notizia che la richiesta ungherese di 7,2 miliardi di euro dal Fondo per la ripresa dell’Unione europea non avrà il via libera della Commissione europea entro il termine del 12 luglio è stata data dal portale “Politico.eu”, che ha consultato funzionari e diplomatici anonimi. La ragione sarebbe l’insoddisfazione della Commissione per gli sforzi anti-corruzione dell’Ungheria contenuti nel suo Piano di ripresa e resilienza (Pnrr). L’organo ha tempo fino a lunedì per dare il suo beneplacito. Tuttavia, afferma il portale, Bruxelles non lo darà al Pnrr attuale. “Se la Commissione è cauta nel collegare la spesa a questioni più ampie relative al rispetto dello stato di diritto, il Pnrr ungherese non soddisfa due dei criteri di valutazione relativi alle misure anti-corruzione”, riferiscono le fonti di “Politico-eu”. La Commissione non ha riferito quale sarà il prossimo passaggio in relazione al Pnrr ungherese ma ufficiali e diplomatici consultati da “Politico.eu” affermano che “ora la palla è passata a Budapest” e sta all’Ungheria “cambiare il Pnrr secondo le raccomandazioni di Bruxelles”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS