Usa: auto sulla folla a parata natalizia, il responsabile aveva pubblicato messaggi d’odio

Secondo il capo della polizia locale, Dan Thompson, "non si è trattato di un attacco terroristico"

usa auto

Suscitano ancora dubbi le dinamiche della tragedia verificatasi nella serata di domenica 21 novembre a Waukesha, nel Wisconsin, dove un suv guidato da un pluripregiudicato afroamericano ha travolto i partecipanti ad una parata natalizia uccidendo cinque persone e ferendone almeno 40. Secondo le autorità, non ci sono prove sufficienti a ipotizzare un attacco terroristico, e il responsabile, Darrel Brooks, fuggiva dalla scena di un crimine. Nelle scorse ore sono però circolate sul web nuove informazioni in merito al responsabile dell’incidente: l’uomo sarebbe un sostenitore di Black Lives Matter (Blm), che oltre ad essere stato incarcerato per violenze e l’abuso di una minore, era solito pubblicare sui social media e nei testi di canzoni da lui scritte messaggi di odio nei confronti dei bianchi. Secondo il capo della polizia locale, Dan Thompson, “non si è trattato di un attacco terroristico”; lo stesso Thompson, però, è noto come un convinto progressista, tanto che nel pieno delle violenze proteste di Blm contro la brutalità della Polizia, nel 2020, aveva ordinato agli agenti del suo dipartimento di inginocchiarsi in segno di solidarietà di fronte ai manifestanti. A destare dubbi sulle ragioni dell’incidente sono anche le tempistiche: la tragedia si è verificata infatti pochi giorni dopo l’assoluzione proprio nel Wisconsin del giovane Kyle Rittenhouse, che lo scorso anno aveva ucciso due attivisti di Blm e ne aveva ferito un terzo con un’arma da fuoco. Il processo a carico di Rittenhouse ha stabilito che il giovane agì per autodifesa nel pieno di una aggressione di gruppo ai suoi danni, e dopo essere stato minacciato con una pistola; la sentenza ha suscitato però durissime reazioni da parte dell’attivismo di sinistra e di parte del Partito democratico, secondo cui il giovane è un pericoloso suprematista bianco.



Al momento è di almeno cinque morti e 48 feriti – compreso un numero non precisato di bambini – il bilancio dell’incidente, come dichiarato dal capo dei Vigili del fuoco, Steve Howard. In precedenza le autorità locali avevano riferito che l’automobile che si è lanciata sulla folla durante una parata natalizia a Waukesha, parte della città di Milwaukee, era guidata da un pluripregiudicato, Darrel Brooks, che sarebbe piombato sui partecipanti alla manifestazione nel tentativo di fuggire dalla scena di un accoltellamento. Videoriprese circolate sul web mostrano l’auto di Brooks infrangere le barriere spartitraffico e investire i partecipanti alla parata; altri video, presi da differenti angolazioni, mostrano l’auto investire ragazzine e i membri di una banda musicale. Brooks era stato scarcerato da appena due giorni: una circostanza destinata a riaccendere le polemiche già in corso negli Usa per l’aumento dei crimini violenti legati a politiche di scarcerazione anticipata adottate da diversi Stati e amministrazioni locali statunitensi, e promosse dall’amministrazione presidenziale.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS