Usa: fonti stampa, nel 2016 Ceo di Apple firma accordo da 275 mld per agevolare accesso in Cina

L'accordo sarebbe stato sollecitato dal management della Apple, insoddisfatto della mancanza di relazioni solide con il governo della Repubblica Popolare

apple

L’amministratore delegato della Apple, Tim Cook, avrebbe firmato nel 2016 un accordo quinquennale con Pechino, dal valore di circa 275 miliardi di dollari, per agevolare le proprie attività in Cina. Lo rivela la testata “The Information” sulla base di documenti interni e dichiarazioni di dirigenti della compagnia, coperti da anonimato. L’accordo sarebbe stato sollecitato dal management della Apple, insoddisfatto della mancanza di relazioni solide con il governo della Repubblica Popolare a sua volta scettico sulla capacità del colosso informatico di contribuire all’economia locale. L’intesa avrebbe permesso di annullare norme che avrebbero potuto ostacolare l’attività di Apple, in cambio di corposi investimenti nel Paese e programmi di formazione del personale locale. Un’iniziativa, scrive “The Information”, grazie al quale – tra le altre cose -, oggi in Cina l’iPhone è lo smartphone più venduto. Tra i vari interventi, si cita lo stanziamento da un miliardo di dollari a favore della start-up che ha creato Didi Chuxing.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS