Usa, Giappone, Australia e India avviano esercitazione Malabar nell’Oceano indiano

Lo ha confermato il portavoce del Pentagono, John Kirby, precisando che le manovre dureranno fino a domani

usa carl_Vinson)

Le forze navali di Stati Uniti, Giappone, Australia e India (i quattro Paesi che fanno parte del gruppo Quad, alleanza che ha l’obiettivo di contenere l’influenza della Cina nell’Indo-Pacifico) hanno avviato l’esercitazione navale di Malabar nel Golfo di Bengala, nella parte nord-orientale dell’Oceano indiano. Lo ha confermato il portavoce del Pentagono, John Kirby, precisando che le manovre dureranno fino a domani, giovedì 14 ottobre.



Le esercitazioni, fa sapere da parte sua la Forza di autodifesa di Tokyo, coinvolgono due navi di scorta giapponesi, la portaerei statunitense a propulsione nucleare Carl Vinson, una fregata australiana e un cacciatorpediniere indiano. Questa mattina in conferenza stampa Seiji Kihara, recentemente nominato vice capo di gabinetto dal nuovo premier giapponese Fumio Kishida, ha dichiarato che le esercitazioni dovrebbero portare a un “rafforzamento dei legami con gli Stati Uniti, l’India e l’Australia, Paesi che condividono la visione comune di un Indo-Pacifico libero e aperto”. Le esercitazioni di Malabar si sono tenute la prima volta nel 1992, coinvolgendo tuttavia soltanto le forze armate di Usa e India.

Il Giappone si è unito al gruppo nel 2015, mentre l’Australia nel 2020. Parlando alla stampa indiana, il capo delle operazioni navali della Marina Usa, Micheal Gilday, ha affermato che le esercitazioni potrebbero essere estese in futuro anche ad altri partner.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram