Usa-India: Biden fa pressione su Modi perché rirpristini le esportazioni dei vaccini

Lo rivela il portale di informazione politica “Axios” citando fonti a conoscenza dei contatti tra le parti

biden

Gli Stati Uniti stanno facendo pressioni sull’India perché ripristini le esportazioni di vaccini, offrendo in cambio un ruolo di alto profilo al primo ministro Narendra Modi in occasione del vertice globale sul Covid-19 in programma a New York. Lo rivela il portale di informazione politica “Axios” citando fonti a conoscenza dei contatti tra le parti. L’India è il più grande produttore di vaccini al mondo. Alla fine di marzo, tuttavia, il governo Modi ha fermato le esportazioni di AstraZeneca a causa della spaventosa ondata di contagi che in quei giorni si andava diffondendo nel Paese. Oggi Nuova Delhi è tuttavia in una posizione diversa, poiché la fase più acuta dell’emergenza è superata e oltre metà della popolazione indiana ha ricevuto almeno una dose di vaccino.



Per l’amministrazione Biden convincere l’India a riprendere le consegne di vaccini in tutto il mondo è un passo chiave per mitigare la diffusione del virus nei Paesi in via di sviluppo e per prevenire l’insorgenza di altre varianti. Al momento l’iniziativa Covax, sostenuta dalle Nazioni Unite, è ben lontana dagli obiettivi prefissati: entro fine anno le dosi disponibili dovrebbero essere 1,425 miliardi invece delle quasi 2 miliardi previste. Gli Stati Uniti, che per mesi hanno conservato le dosi prodotte all’interno del Paese all’uso esclusivo della propria popolazione, hanno deciso solo la scorsa primavera di inviare vaccini all’estero. Le consegne potrebbero tuttavia subire una battura d’arresto nei mesi a venire, in coincidenza con l’inizio della somministrazione delle “terze dosi” negli Usa.

L’amministrazione Biden sta organizzando nel frattempo un vertice sulla pandemia a margine dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che prenderà il via a New York la prossima settimana. All’evento dovrebbero essere invitati anche i leader di Cina e Russia. Modi dovrebbe partecipare anche a un summit convocato dalla Casa Bianca per il prossimo 24 settembre assieme al primo ministro giapponese Yoshihide Suga e al premier australiano Scott Morrison, nel quadro del cosiddetto formato Quad.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

TAGS