Usa: nuova inchiesta contro l’ex governatore di New York Cuomo

Pubblicato dal comitato giudiziario dell'Assemblea un rapporto con "prove schiaccianti" di molestie sessuali

Cuomo - Usa

Un’indagine condotta per otto mesi dall’Assemblea dello Stato di New York sull’impeachment dell’ex governatore Andrew Cuomo ha trovato “prove schiaccianti” sul fatto che l’ex governatore fosse coinvolto in molestie sessuali, rafforzando le conclusioni raggiunte in un precedente rapporto del procuratore generale di New York. In un rapporto di 46 pagine pubblicato oggi dal comitato giudiziario dell’Assemblea e citato dal quotidiano “New York Times” emerge anche che Cuomo ha utilizzato dipendenti statali e altre risorse pubbliche per scrivere, pubblicare e promuovere le memorie sulla sua gestione della pandemia di Covid e per promuovere il suo libro “American Crisis: Leadership Lessons from the Covid-19 Pandemic”, commettendo una probabile violazione delle leggi sull’etica statale. L’inchiesta ha anche concluso che l’ex governatore “non è stato completamente trasparente per quanto riguarda il numero di residenti nelle case di cura deceduti a causa di Covid-19”. Mentre il precedente rapporto del procuratore generale includeva le testimonianze di 11 donne che avevano accusato Cuomo di molestie sessuali, il nuovo rapporto si concentra su sole due testimonianze: un agente di polizia di Stato non identificato e Brittany Commisso, l’ex assistente esecutiva dell’ex governatore che lo ha accusato di averla palpeggiata. Cuomo si è dimesso nell’agosto scorso, una settimana dopo la pubblicazione del rapporto del procuratore generale di New York, Letitia James. Cuomo ha sempre negato con veemenza le accuse di molestie sessuali e condotta inappropriata, inclusa una denuncia di aggressione sessuale.



Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS