Usa-Russia: 27 diplomatici russi lasceranno gli Stati Uniti il 30 gennaio

L’ambasciatore della Federazione Russa a Washington: "I nostri diplomatici vengono cacciati via"

russia-usa -

Ventisette diplomatici russi e le loro famiglie lasceranno gli Stati Uniti il 30 gennaio. Lo ha dichiarato l’ambasciatore della Federazione Russa a Washington, Anatoly Antonov, ripreso dall’agenzia di stampa “Tass”. Un numero equivalente di diplomatici russi se ne andrà poi il 30 giugno. “I nostri diplomatici (negli Stati Uniti) vengono cacciati via”, ha dichiarato l’ambasciatore, sottolineando che il problema dei visti per i diplomatici russi in territorio Usa non è ancora stato risolto. “Stiamo affrontando un serio problema di carenza di personale. I coniugi di un certo numero di nostri diplomatici si sono visti sottrarre l’accreditamento. Ai figli è stato negato il visto. Non comprendo a cosa mira questa politica di separare le famiglie dei diplomatici russi”, ha continuato Antonov.



A suo dire, Washington mantiene un atteggiamento negativo nei confronti di Mosca, che vede come un avversario. “Nulla è cambiato. L’atmosfera qui è ancora avvelenata dalla russofobia, nei media, al Congresso, nel governo. Questo crea ostacoli alla costruzione delle relazioni russo-statunitensi”, ha detto l’ambasciatore. In risposta alle sanzioni annunciate dagli Usa lo scorso aprile e a un’altra espulsione di diplomatici, Mosca ha reagito limitando l’assunzione di cittadini russi da parte di missioni diplomatiche statunitensi. Da agosto nell’ambasciata degli Stati Uniti a Mosca lavorano 120 persone, il minimo da cinque anni.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS