Vaccini: superate le 95 milioni di dosi somministrate in Italia

Iss: "A sei mesi dal vaccino l'efficacia scende al 72 al 40 per cento"

vaccini-covid

Sono 95.107.638 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate finora in Italia, il 93,5 per cento di quelle consegnate pari a 101.742.451 di cui 71.472.106 Pfizer/BioNtech, 16.882.200 Moderna, 11.544.597 Vaxzevria-AstraZeneca e 1.843.548 Janssen. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 45.590.066, pari all’84,41 per cento della popolazione over 12. E’ quanto emerge dal bollettino sull’andamento della campagna di vaccinazione a cura della presidenza del Consiglio, del ministero della Salute e della struttura commissariale per l’emergenza sanitaria, aggiornato alle ore 06.57 di oggi. Sono state, poi, somministrate 5.535.872 dosi addizionali/richiamo (booster) al 38,63% della popolazione potenzialmente oggetto di tali somministrazioni, che hanno ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi. Ad aver ricevuto almeno una dose di vaccino sono 47.094.316 persone, pari all’87,20 per cento della popolazione over 12.



Iss: “A sei mesi dal vaccino l’efficacia scende al 72 al 40 per cento”

“Dopo sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale, scende dal 72 al 40 per cento l’efficacia nel prevenire qualsiasi diagnosi sintomatica o asintomatica di Covid-19 rispetto ai non vaccinati”. Lo segnala l’Istituto superiore di sanità (Iss) nel suo report esteso sull’andamento epidemiologico, che è stato diffuso oggi. “Dopo 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale si osserva una forte diminuzione dell’efficacia vaccinale nel prevenire le diagnosi in corrispondenza di tutte le fasce di età. In generale, su tutta la popolazione – continua il documento – l’efficacia vaccinale passa dal 72,5 per cento nei vaccinati con ciclo completo entro sei mesi rispetto ai non vaccinati, al 40,1 per cento nei vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi rispetto ai non vaccinati. Nel caso di malattia severa, la differenza fra vaccinati con ciclo completo da oltre e da meno di sei mesi risulta minore. Si osserva, infatti, una decrescita dell’efficacia vaccinale di circa 10 punti percentuali, in quanto l’efficacia per i vaccinati con ciclo completo da meno di sei mesi è pari al 91,6 per cento, mentre risulta pari all’80,9 per cento per i vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi, rispetto ai non vaccinati”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram



TAGS