Vacunafest, la festa dei vaccini in Perù

I pazienti si presentano in spazi che poco hanno a che vedere con gli asettici centri dei giorni feriali

Si chiama “Vacunafest” l’iniziativa con cui il ministero della Salute del Perù intende nei fine settimana accelerare il ritmo della campagna vaccinale contro il nuovo coronavirus. I pazienti si presentano in spazi che poco hanno a che vedere con gli asettici centri dei giorni feriali: musica ad alto volume e animatori che accompagnano con balli e slogan il personale sanitario mentre inocula il farmaco. Un entusiasmo da garantire per 36 ore filate, il tempo utile per accogliere il maggior numero di persone e spingere il Paese fuori dall’emergenza.



Ad oggi il 37 per cento dei peruviani ha ricevuto almeno una dose di vaccino, e appena il 26,7 per cento ha compiuto l’intero percorso. I numero di contagi da inizio pandemia è pari a 6.561 per ogni centomila abitanti, contro una media mondiale di 2.910, mentre il numero di morti è arrivato a 603,1 (su centomila) contro il 59,9 mondiale.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram