Verso un nuovo Dpcm su linee guida per il controllo del certificato verde sul lavoro

Dal 15 ottobre scatta l'obbligatorietà di presentazione del lasciapassare per poter andare a lavorare

green pass disoccupazione disoccupati lavoro

Green pass per potersi recare a lavoro. Tra pochi giorni, il 15 ottobre, scatta la scadenza fissata dal governo che prevede l’obbligatorietà di presentazione del certificato verde per i lavoratori del settore pubblico e del privato. Prima di quella data, probabilmente con un nuovo Dpcm, il presidente del Consiglio, Mario Draghi, dovrebbe esplicitare i dettagli del rientro a lavoro e dunque le modalità di controllo del lasciapassare verde. Sarebbe allo studio anche una applicazione per smartphone per effettuare le verifiche, un sistema simile a quello già in uso nelle scuole.



“In merito al certificato verde obbligatorio dal 15 ottobre – ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, noi abbiamo sollevato la necessità che le misure possano essere applicate anche dal punto di vista organizzativo. Stiamo parlando di quasi 5 milioni di persone coinvolte, non vaccinate, che potrebbero chiedere il tampone”. “Io ho dei dubbi. Se ci sono strumenti alternativi come l’autosomministrazione, ovviamente controllata, ben vengano. Già oggi in farmacia vengono venduti tamponi nasali. Io propongo, poi non è mio compito, ma vanno valutate le alternative” ha aggiunto.

Il decreto del ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, con le indicazioni per il rientro in presenza dei dipendenti pubblici dal 15 ottobre, è stato inviato al presidente della Conferenza delle Regioni, al presidente dell’Anci, Antonio Decaro, e al presidente dell’Upi, Michele De Pascale. Il testo, che ha ricevuto il 7 ottobre il via libera della Conferenza unificata e il 5 ottobre, per gli aspetti legati alla sicurezza sanitaria, quello del Comitato tecnico-scientifico – sarà trasmesso a tutte le Amministrazioni pubbliche.



Nella lettera a Regioni, Anci e Upi – continua la nota – il ministro Brunetta ha informato dei servizi di supporto alle amministrazioni attivati dal dipartimento della Funzione pubblica, in collaborazione con Formez Pa, per garantire la corretta e omogenea attuazione delle disposizioni sul rientro dei dipendenti: l’helpdesk Linea amica digitale (www.lineaamica.gov.it), dove saranno pubblicate apposite Faq; una casella email dedicata (lavoropubblico@governo.it) per raccogliere segnalazioni e richieste di chiarimenti da parte delle amministrazioni; un numero verde dedicato (800 254 009), gestito da Formez Pa, che sarà attivo da mercoledì 13 ottobre.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram