Draghi: “Il Paese crescerà ben oltre il 6%,
12 miliardi per tagliare le tasse”

Franco: "Nel secondo trimestre 2022 il prodotto interno lordo tornerà a livello pre crisi"

draghi e franco

Via libera alla legge di bilancio in Consiglio dei ministri. “Siamo molto soddisfatti di questa Legge di bilancio: al termine del Consiglio dei ministri c’è stato un applauso ed un senso di condivisone del lavoro fatto” ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa. “Questa è una legge di bilancio espansiva, accompagna la ripresa ed è in coerenza con il Def, la nota di aggiornamento ed il Pnrr” ha aggiunto. Per il presidente “con la manovra tagliamo le tasse e stimoliamo gli investimenti”. “Il Paese crescerà oltre il 6 per cento, probabilmente ben oltre e questa è una bussola e la strategia del governo” ha detto ancora. Mettiamo a disposizione 12 miliardi per ridurre la pressione fiscale nel 2022, “otto miliardi per ridurre le imposte sulle società, le persone ed il cuneo fiscale: queste spese le definiremo con il parlamento”, ha aggiunto. “Nel triennio 2022-2024 destiniamo quasi 40 miliardi per la riduzione delle imposte. Quattro servono per l’intervento sul cuneo fiscale e gli altri per gli incentivi fiscali”, ha aggiunto il presidente. Sulle pensioni l’impegno del governo è ritornare in pieno al contributivo, ha chiarito ancora. “Ci sarà una transizione a quota 102” per il prossimo anno, ha aggiunto ricordando che “il governo è aperto al confronto con le parti sociali”. Ad ogni modo “l’obiettivo è il sistema contributivo”, ha spiegato. Per Draghi “l’Italia ora cresce molto e questa legge getta le basi affinché questa crescita possa continuare ad un livello più ampio e più equo di prima del Covid”.



La manovra resta “volutamente espansiva” per recuperare il Pil “che abbiamo perduto l’anno scorso” ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, in conferenza stampa. “Gli obiettivi sono quelli di aiutare la nostra società e la nostra economia a uscire dalla crisi determinata dalla pandemia”, ha spiegato. Si prevede che “già nel secondo trimestre dell’anno prossimo il prodotto interno lordo torni a livello pre crisi” ha detto ancora. Questo “significa anche un recupero dei livelli occupazionali”, ha aggiunto. Con la manovra, “portiamo a 8 miliardi il fondo per l’avvio della riforma fiscale” ha annunciato precisando che “non decidiamo oggi le modalità del taglio da portare alle imposte ma definiamo le finalità principali: il taglio dell’Irpef e dell’Irap”. Franco ha quindi annunciato che nelle prossime settimane verranno ascoltate le parti sociali. “Proporremo un emendamento governativo alla manovra – ha annunciato – che definisca le modalità di utilizzo di questi 8 miliardi”.



Cosa contiene la bozza della Legge di Bilancio

PENSIONE ANTICIPATA – “I requisiti di età anagrafica e di anzianità contributiva sono determinati in 64 anni di età anagrafica e 38 anni di anzianità contributiva per i soggetti che maturano i requisiti nell’anno 2022” si legge nella bozza. “Il diritto conseguito entro il 31 dicembre 2022 può essere esercitato anche successivamente alle predette date, ferme restando le disposizioni del presente articolo”.

REDDITO DI CITTADINANZA – La bozza prevede inoltre il rifinanziamento del Reddito di cittadinanza (Rdc). L’autorizzazione di spesa, si legge nella bozza, è incrementata di 1.065,3 milioni di euro per l’anno 2022, 1.064,9 milioni di euro per l’anno 2023, 1.064,4 milioni di euro per l’anno 2024, 1.063,5 milioni di euro annui per l’anno 2025, 1.062,8 milioni di euro per l’anno 2026, 1.062,3 milioni di euro per l’anno 2027, 1.061,5 milioni di euro per l’anno 2028, 1.061,7 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2029.

SUGAR E PLASTIC TAX – L’entrata in vigore di sugar tax e plastic tax viene rinviata al primo gennaio 2023.

MISURA NUOVA SABATINI – Dalla bozza si evince anche il rifinanziamento della misura “Nuova Sabatini”, al fine di assicurare continuità alle misure di sostegno agli investimenti produttivi delle micro, piccole e medie imprese, con un’integrazione di spesa di 180 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2022 al 2026.

FONDO PER L’USCITA ANICIPATA – Previsto anche un fondo per l’uscita anticipata dei lavoratori delle imprese in crisi, istituito nello stato di previsione del ministero dello Sviluppo economico, con una dotazione di 200 milioni di euro per l’anno 2022, 200 milioni di euro per l’anno 2023 e 200 milioni di euro per l’anno 2024. Il fondo, si legge nella bozza, è destinato a favorire l’uscita anticipata dal lavoro, su base convenzionale, dei lavoratori dipendenti di piccole e medie imprese in crisi, che abbiano raggiunto un’età anagrafica di almeno 62 anni.

VACCINI – Quasi due miliardi sono stanziati per i vaccini anti Sars-CoV-2, si tratta, nel dettaglio, di un incremento del fondo destinato al finanziamento della voce di 1.850 milioni di euro per l’anno 2022.

LAVORATORI DIPENDENTI – Per garantire la continuità del sostegno al reddito dei lavoratori dipendenti di Alitalia Sai e Alitalia Cityliner coinvolti dall’attuazione del programma della procedura di amministrazione straordinaria, il trattamento di integrazione salariale può essere prorogato di ulteriori 12 mesi. Il trattamento – si legge nella bozza – può proseguire anche successivamente alla conclusione dell’attività del commissario e in ogni caso non oltre il 31 dicembre 2023. La proroga dei trattamenti è riconosciuta nel limite di 63,5 milioni di euro per l’anno 2022 e di 193,6 milioni di euro per l’anno 2023.

INDENNIZZO ALITALIA – Il fondo per l’indennizzo dei titoli di viaggio emessi da Alitalia in amministrazione straordinaria sarà esteso al 2022, con una dotazione complessiva di 100 milioni di euro per gli anni 2021 e 2022.

IMPRESE IN CRISI – Previsto anche un fondo per l’uscita anticipata dei lavoratori delle imprese in crisi, istituito nello stato di previsione del ministero dello Sviluppo economico, con una dotazione di 200 milioni di euro per l’anno 2022, 200 milioni di euro per l’anno 2023 e 200 milioni di euro per l’anno 2024. Il fondo, si legge nella bozza, è destinato a favorire l’uscita anticipata dal lavoro, su base convenzionale, dei lavoratori dipendenti di piccole e medie imprese in crisi, che abbiano raggiunto un’età anagrafica di almeno 62 anni.

FONDO GASPARRINI – La proroga al 31 dicembre 2022 dell’operatività straordinaria del Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa (fondo Gasparrini).

ENERGIA – Al fine di contenere gli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale nel primo trimestre 2022, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente provvede a ridurre le aliquote relative agli oneri generali di sistema fino a concorrenza dell’importo di due miliardi di euro, che a sono trasferiti alla Cassa per i servizi energetici e ambientali entro il 15 febbraio 2022.

EDITORIA – È istituito presso il ministero dell’Economia e delle finanze per il successivo trasferimento al bilancio autonomo della presidenza del Consiglio dei ministri, il “Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria” con una dotazione pari a 90 milioni di euro per l’anno 2022 e 140 milioni di euro per l’anno 2023.

FONDO PER IL GIUBILEO– Per le celebrazioni del Giubileo della Chiesa Cattolica per il 2025, per la pianificazione e la realizzazione delle opere e degli interventi funzionali è istituito nello stato di previsione del ministero dell’Economia e delle finanze un apposito Fondo di conto capitale, con una dotazione di 290 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023, 2024, di 330 milioni per il 2025, e 140 milioni di euro per il 2026. Inoltre, viene costituito un fondo per assicurare il coordinamento operativo e le spese relativi a servizi da rendere ai partecipanti all’evento con una dotazione di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023, 2024, 70 milioni per il 2025, e 10 milioni di euro per il 2026 per gli anni 2022-2026.

SUPERBONUS – Il Superbonus al 110 per cento è riconosciuto per gli interventi effettuati su unità immobiliari unifamiliari adibite ad abitazione principale dalle persone con un Isee non superiore a 25 mila euro annui fino il 31 dicembre 2022.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram