Washington Post: “La Russia fornirà all’Iran un satellite di videosorveglianza”

E' quanto scrive il quotidiano Usa, che cita funzionari statunitensi e mediorientali informati dell'accordo

satellite Kanopus-V

La Russia intende fornire all’Iran un satellite tecnologicamente avanzato, che consentirebbe alla Repubblica islamica di monitorare potenziali bersagli militari nell’intero Medio Oriente. Lo scrive il quotidiano “Washington Post”, che cita “funzionari ed ex funzionari statunitensi e mediorientali informati in merito ai dettagli dell’accordo”. Secondo il quotidiano Usa, Mosca fornirà all’Iran un satellite Kanopus-V equipaggiato con telecamere ad alta risoluzione, che consentiranno a Tehran il monitoraggio continuato di infrastrutture strategiche regionali, dalle raffinerie del Golfo Persico alle basi militari israeliane e a quelle statunitensi in Iraq.

Il satellite potrebbe essere lanciato in orbita già nei prossimi mesi. Il Kanopus-V è un satellite sviluppato e commercializzato per applicazioni civili, ma secondo la “Washington Post” le Forze armate iraniane avrebbero assunto un ruolo centrale nell’acquisizione, e membri delle Guardie della Rivoluzione islamica avrebbero visitato la Russia in più occasioni dal 2018 per negoziare i termini della fornitura del satellite. Il rapporto del quotidiano statunitense precede di pochi giorni l’incontro in programma il 16 giugno a Ginevra tra il presidente Usa, Joe Biden, e l’omologo russo Vladimir Putin, da cui potrebbe dipendere il rilancio dell’accordo sul nucleare iraniano del 2015, abbandonato dagli Usa su iniziativa dell’ex presidente Donald Trump.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram